Pin INPS – dal 1° ottobre si accede solo con SPID

L’INPS con la pubblicazione della Circolare n. 87 del 17 luglio 2020 ha reso pubblica la rinuncia al codice Pin per l’accesso ai servizi telematici dell’istituto di previdenza. Per effettuare l’accesso alla propria posizione individuale ogni soggetto deve dotarsi del sistema SPID, ovvero il Sistema Pubblico di Identità Digitale.

Al fine di consentire il passaggio graduale dei soggetti verso le credenziali dell’identità digitale SPID, garantendo la continuità della possibilità di accesso ai servizi dell’Istituto, lo switch-off dal Pin allo SPID sarà preceduto da una fase transitoria. In questa fase, che avrà inizio il primo ottobre 2020, assisteremo ad alcune modifiche, quali le seguenti:

  • Non saranno rilasciati nuovi Pin agli utenti, salvo quelli richiesti da utenti che non possono avere accesso alle credenziali Spid e per i soli servizi loro dedicati;
  • I Pin già in possesso degli utenti conserveranno la loro validità e potranno essere rinnovati alla naturale scadenza fino alla conclusione della fase transitoria.

Deve essere osservato che il Pin dispositivo rimarrà operativo per gli utenti che non possono avere accesso alle credenziali SPID. Ne costituiscono esempio i minori di diciotto anni o i soggetti extracomunitari, e per i soli servizi loro dedicati.

Può essere consigliabile già da subito per chi deve richiedere le credenziali di accesso ai servizi Inps di non perdere tempo a richiedere il Pin ma indirizzarsi direttamente verso l’identità digitale SPID.

Ricordiamo che lo Studio è abilitato al Rilascio dello SPID.

Restiamo a disposizione per eventuali chiarimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *