Novità per gli Enti del Terzo Settore

In questo periodo, ovviamente molto intenso di produzione legislativa, siamo a segnalarvi due recentissimi provvedimenti che riguardano le associazioni e le fondazioni in attesa di iscrizione al Registro del Terzo Settore

  1. 1)  PROROGA APPROVAZIONE BILANCIOIn sede di conversione del DL 18/2020 è stato esteso a tutti gli enti la facoltà di approvare il bilancio delle associazioni al 31 ottobre 2020 a prescindere da quanto stabilito in Statuto. Questa norma era già operativa per le ONLUS, le APS (associazione di promozione sociale) e gli ODV (associazioni di volontariato).

    Ricordiamo che a tutela delle norme che impongono il distanziamento sociale a seguito della pandemia COVID 19 le assemblee potranno tenersi anche in teleconferenza.

    Entrambe le norme sono operative a prescindere da quanto stabilito nello Statuto dell’Ente.

  2. 2)  APPROVAZIONE MODELLO DI RENDICONTAZIONE E BILANCIO PER GLI ETSCon DM 5 marzo 2020 pubblicato lo scorso 18 aprile e che alleghiamo alla presente informativa, sono stati definiti i nuovi modelli contabili (bilancio, rendiconto di gestione, relazione di missione) che dovranno essere approvati dagli ETS (Enti del Terzo Settore) per i bilanci del prossimo esercizio. Gli Enti avranno quindi un anno di tempo per adeguarsi alla nuova rappresentazione del proprio bilancio. Conformemente a quanto stabilito dal

    D.Lgs 117/2017 che ha riformato il Terzo Settore, bisogna dividere gli Enti con ricavi e/o entrate comunque dominate inferiori a 220.000 euro con quelli superiori.
    I primi andranno secondo un principio di cassa mentre i secondi (ricavi superiori a 220.000 euro) per competenza.

    Enti con ricavi e proventi superiori a 220.000 euro

    Per questi Enti, di dimensione maggiore, valgono laddove possibile le norme civilistiche di valutazione e di redazione del bilancio e i principi contabili, già in vigore per le imprese/società enti con scopo di lucro basati sul principio di competenza economica.
    Infatti come si può vedere dall’allegato, lo stato patrimoniale si presenta graficamente molto simile allo schema utilizzato dalle società di capitali, dal quale si differenzia solo per la presenza di voci tipiche degli enti senza scopo di lucro.

    Il conto gestionale è invece organizzato per sezioni e richiede la separata indicazione dei costi e dei ricavi delle attività di interesse generale, delle attività diverse, delle attività di raccolte fondi, delle attività finanziarie e patrimoniali e delle attività di supporto generale.

    Gli schemi non possono essere modificati salvo quando la suddivisione o l’accorpamento delle voci favorisca la chiarezza del bilancio.
    Per questo motivo si dovrà fare riferimento alle degli enti con scopo di lucro, per quanto ovviamente compatibili con l’assenza dello scopo di lucro e con le finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale degli enti del Terzo settore.

    La relazione di missione svolge sostanzialmente la funzione che nelle società di capitali viene assolta dalla nota integrativa e dalla relazione sulla gestione, illustrando le poste di bilancio, i criteri di redazione adottati, l’andamento economico e finanziario dell’ente e le modalità di perseguimento delle finalità statutarie.

    La relazione di missione dovrà documentare, inoltre, il carattere secondario e strumentale delle eventuali attività diverse da quelle istituzionali.

    Enti con ricavi e proventi inferiori a 220.000 euro

    Il rendiconto di cassa, riservato ai soli enti con entrate inferiori a € 220.000, presenta la medesima articolazione per attività prevista per il rendiconto gestionale sopra illustrato per gli enti di entità superiore.
    In calce dovrà essere documentato il carattere secondario e strumentale delle eventuali attività diverse da quelle istituzionali.

    Anche la redazione del rendiconto per cassa è ispirata ai medesimi principi e ai criteri sopra richiamati, in quanto applicabili.

    Restiamo a disposizione per ogni ulteriore chiarimento fosse necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *