Mettere in sicurezza il trust

Con la sua prossima circolare  in corso di pubblicazione, l’Agenzia delle Entrate si allinea alle ultime sentenze della Cassazione e alla dottrina prevalente.
L’istituzione e la dotazione  del trust diventa molto più conveniente, essendo rimandata la tassazione indiretta, quella che quasi sempre pesa di più, all’attribuzione finale dei beni ai beneficiari.
Viene dunque rimosso uno degli ostacoli maggiori per la costituzione del trust : il dover pagare subito le imposte di successione e donazione.
Ottima notizia e andando oltre una conferma invece del sempre più probabile inasprimento delle imposte di successione e donazione che per come sono strutturate oggi in Italia sono tra le meno gravose tra i paesi occidentali avanzati 
 
Il fisco preferisce rinunciare alle imposte oggi perché pensa di prenderne di più domani.
 
Un motivo in più per non indugiare oltre nella scelta di “messa in sicurezza” del  patrimonio secondo le proprie volontà.
 
Oggi siamo noi a decidere come allocare i nostri beni; se non lo facciamo, domani ci penserà per noi il codice civile e l’Agenzia delle Entrate…
 
Trust, patto di famiglia,  affidamento fiduciario, holding, fondo patrimoniale . Soluzioni su misura per ogni esigenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *